mostra personale

“la lingua geniale”

bologna, 5 maggio 2018

con la partecipazione di Vittorio Sgarbi



premio van gogh

international art exhibition

monreale, 14-22 aprile 2018

 


Marcello Vandelli con Josè Van Roy Dalì, opera “Come nelle Favole”

Marcello Vandelli con Pietro Serradifalco, EA Editore



venezia art expo

exibition of nations

venezia, 16-19 marzo 2018

Le opere esposte

L’artista con Pietro e Sandro Serradifalco, EA Editore

L’artista con il critico Luca Beatrice

L’artista con Morgan

 



PREMIO INTERNAZIONALE BRUNELLESCHI

FIRENZE, 19-21 GENNAIO 2018

L’artista Marcello Vandelli e l’opera esposta.

SOGNO IN TUTTE LE LINGUE, dim. 140×85, tecnica mista

 



BIENNALE INTERNAZIONALE ARTE CONTEMPORANEA

MANTOVA, 4-10 NOVEMBRE 2017

Selezione di n. 6 opere a cura del Prof. Paolo Levi



ECCELLENZE MUSEALI

MONREALE, 12-23 SETTEMBRE 2017

LA DEPRESSIONE E’ UN DONO DI DIO (tecnica mista, dim. 100×66)

 

IL PROF. VITTORIO SGARBI, CURATORE DELLA MOSTRA



international prize novecento

bagheria, 6-8 luglio 2017

 

Marcello Vandelli è un pittore di grande originalità che sceglie il simbolismo come sua luce guida nel buio della comunicazione pittorica.

Opere che affrontano diverse tematiche, che si tingono di cromie intense che diventano esse stesse protagoniste dei suoi lavori, e che comunicano all’astante delle sensazioni immediate. Giocare con le emozioni, coi sentimenti, con le reazioni che un qualcosa può suscitare in una persona, diventa lo scopo artistico della sua carriera e questo perché qualsiasi artista abbia nei confronti della creatività, un approccio quasi spontaneo, desidera che tra le sue opere e l’astante si crei un ponte di comunicazione efficace.

Lo stile del maestro si affaccia da una finestra ampia che dà su un altrettanto grande universo dove tutto è concesso senza limiti espressivi. I colori nelle sue opere si susseguono secondo uno stile ben preciso, si alternano livello dopo livello creando uno schema tonale di grande bellezza.

Nulla è lasciato al caso, e il maestro attraverso la sua produzione pittorica, riscrive il solito alfabeto pittorico arricchendolo di simboli ed elementi segnatici, di indizi e di input interpretativi che possano stimolare una reazione esterna, che possano sottolineare il punto di rottura con la tradizione pittorica precedente per dare e fare spazio all’innovazione.

– Paolo Levi –

FUTURO ANTERIORE (tecnica mista, dim. 100×66)

PUO’ LA COSCIENZA DIPINGERE? (tecnica mista, dim. 100×66)

 



2° biennale arte contemporanea

barcellona, 5-7 maggio 2017

“… il solo possibile approccio alle sue ermetiche folgorazioni di pittura narrativa, lo si affronta appropriandosi della superficie del quadro, seguendola voce del titolo che ci inoltra in un territorio dove la percezione visiva non ha risposte certe…”  (Paolo Levi)



mostra personale “oniricon”

Villa benni, bologna

febbraio – marzo 2017



mostra personale

“strati d’esistenza”

palazzo assemblea legislativa regione emilia romagna

bologna – 25 maggio 2016



mostra personale

“SGUARDI LONTANI”

BRESCIA – 15 MARZO 2016

 

Mostra personale “Sguardi Lontani”

Mostra personale “Sguardi Lontani”



mostra personale

“LE VIBRAZIONI DEL COLORE”

MIRANDOLA – OTTOBRE 2015

 

Mostra personale “Le vibrazioni del Colore”

Mostra personale “Le vibrazioni del Colore”

Mostra personale “Le vibrazioni del Colore”

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.