Marcello Vandelli a Bologna in Spazio 212: apre il critico Daniele Radini Tedeschi

 

Roma, 3 feb. (askanews) – Marcello Vandelli torna a Bologna con una mostra dal titolo “Nuovo Immaginario” e presenta quaranta nuove opere che ripercorrono il suo percorso artistico, in un sintesi cromatica che si preannuncia non solo impegnativa ma anche molto emozionante. La mostra, informa una nota, sarà inserita nell’ambito di ART CITY Bologna 2024 in occasione di ARTEFIERA dal 27 gennaio al 18 febbraio. Annoverato dalla critica come uno dei maggiori esponenti della Pop Art Italiana, Marcello Vandelli da tempo sta lavorando per far conoscere i suoi lavori oltre confine. A Bologna, città che lui ama, Vandelli regala dipinti legati ad una visione della vita molto singolare ma che, tra gioie e delusioni, lo ha visto sempre assoluto protagonista. Il 3 febbraio sarà il critico e storico d’arte Daniele Radini Tedeschi ad intervenire presso lo Spazio 212 di via Galliera.

“E’ stato per me un sincero piacere accettare l’invito di Marcello Vandelli a presenziare l’inaugurazione della sua mostra bolognese. Sono tempi particolari per l’arte contemporanea italiana e credo sia giusto ripartire dal capoluogo felsineo per gettare le basi alla creazione di un nuovo fermento, come lo fu nel dopoguerra quando a Bologna transitavano personalità del calibro di Morandi, Arcangeli, Volpe, Emiliani, Mahon e molti altri ingegni tutti raccolti attorno alla riscoperta della grande pittura Emiliana. Guido Reni, i Carracci sino a Guercino erano simboli di un’epoca riscoperta. E ora sarebbe importante, con l’esposizione di Vandelli – pittore figlio del suo tempo – recuperare quel vibrante clima culturale, vivaio di talenti e ricerche originali” commenta Daniele Radini Tedeschi.